,

Cantina Castello Banfi Chianti Classico Riserva DOCG 2018

16,90

6 disponibili

Scatola regalo Design

Sacchetto Regalo (2,00)

Scatola regalo Design

Sacchetto Regalo (2,00)

18,90
Peso1 kg
Denominazione

Chianti Classico D.O.C.G.

Vitigno

Sangiovese 80%, Cabernet Sauvignon 10%, Canaiolo nero 10%

Vinificazione

Fermentazione con macerazione tradizionale è mediamente breve (8 giorni), ed avviene ad una temperatura compresa tra i 25 e i 30°C.

Affinamento

2 anni in botti di rovere di Slavonia da 60 e da 120 ettolitri. L’evoluzione si conclude solo dopo almeno 6 mesi di affinamento in bottiglia come indicato nel disciplinare di produzione del Chianti riserva DOCG.

Gradazione Alcolica

13.50%

Temperatura di servizio

16°- 18°C

Abbinamenti

Perfetto con affettati e salumi, Agnello, Arrosto di carne, Tagliatelle ai Funghi, Risotti, Filetto al pepe verde, Stinco di maiale al forno, Pasta all'amatriciana, Cannelloni, Formaggi piccanti, Formaggi stagionati

92 / 100James Suckling
91 / 100Wine Spectator

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Cantina Castello Banfi Chianti Classico Riserva DOCG 2018”
Download PDF factsheet

Il Chianti Classico Riserva di Banfi nasce da una predominanza di uve sangiovese, risultando fedele alla migliore tradizione toscana. Matura in barrique e in botti di rovere di Slavonia. Regala, tanto al naso quanto al palato, uno stile unico e inconfondibile, ricco e complesso. Vino equilibrato ed elegante al naso risulta complesso e caratterizzato da note varietali di confettura di prugne e more, accompagnate da sentori terziari di liquirizia, vaniglia e cuoio. Ottima struttura e finale lungo e persistente. Garantisce un ottimo potenziale di invecchiamento.

Tastings Notes

Con gli occhi...

Rosso rubino intenso, con leggeri riflessi granata.

Con il naso...

Intenso con bouquet di vaniglia, liquirizia e cioccolata.

Con la bocca...

Strutturato in bocca, con tannini dolci e connotato da una buona persistenza.

Cantina Castello Banfi

Banfi nasce nel 1978 grazie alla volontà dei fratelli italoamericani John e Harry Mariani. Sin dall’inizio i due fratelli prevedono un progetto su larga scala, integrando una produzione viticola di qualità con una cantina moderna con l’obiettivo di mantenere sempre alto il livello qualitativo dei vini prodotti. A fianco della famiglia Mariani, Ezio Rivella, uno dei più grandi enologi italiani, il quale ritiene subito che per la ricchezza della natura del suolo e la privilegiata posizione microclimatica, i territori acquisiti avrebbero avuto grosse potenzialità di sviluppo. In quegli anni, i fratelli John e Harry rilevano inoltre la storica casa vinicola piemontese Bruzzone, attiva fin dal 1860 e specializzata nella produzione di spumanti, per farne il marchio piemontese del gruppo, oggi Banfi Piemonte.

Ti potrebbe interessare…

it Italian
X