, ,

Masseria Frattasi Iovi Tonant Aglianico del Taburno Rosso DOCG 2017

33,00

6 disponibili

Scatola regalo Design

Sacchetto Regalo (2,00)

Scatola regalo Design

Sacchetto Regalo (2,00)

35,00
Peso1 kg
Denominazione

Aglianico del Taburno DOCG

Vitigni

100% Aglianico

Vinificazione

Fermentazione in tini di castagno nuovi per 18/26 giorni a 24°/26°C; successivamente in botte di legno piccola (barrique) per 24 mesi

Gradazione Alcolica

15,00%

Temperatura di servizio

18°C

Abbinamenti

Carne arrosto-grigliata, Formaggi stagionati, Selvaggina

96 / 100Luca Maroni
4 viti uno dei migliori vini in assolutoVitae AIS
4 grappoli vino di grande livello e spiccato pregioBibenda
2 / 3Gambero Rosso

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Masseria Frattasi Iovi Tonant Aglianico del Taburno Rosso DOCG 2017”

“Iovi Tonant” è un Aglianico del Taburno che prende il nome dalle scritte presenti sui massi calcarei del tempio di Caudium, la città sannita che insisteva nell’area occupata oggi da Montesarchio. A Giove Tonante, una dedica che ben descrive la potenza di queste uve, compresse in legno e poi racchiuse in bottiglia per due anni. Tutto aglianico in purezza ovviamente, un’uva unica che tutto il mondo ci invidia, la migliore che cresce in Italia.

“Giove Tonante”, è un vino rosso intenso e potente, maturato in barrique per 18 mesi. Il sorso è denso e persistente, avvolto da un bouquet di more selvatiche, confetture di prugna, sentori terrosi e toni speziati di ginepro e pepe.

Tastings Notes

Con gli occhi...

Rosso rubino con riflessi violacei.

Con il naso...

Profumi inebrianti di more selvatiche, mirtilli, confetture di prugne rosse.

Sapore

Balsamico, tannico e minerale con un gusto di liquirizia e tabacco nel finale.

Masseria Frattasi

Masseria Frattasi è un edificio del Settecento, perfettamente conservato dalla famiglia Cecere Clemente, da generazioni proprietaria di questo piccolo gioiello. Attorno alla imponente costruzione della cantina si sono sviluppati i vigneti di Falanghina e Aglianico, i primi sotto i 380 metri sopra il livello del mare, mentre l’Aglianico cresce a quote immediatamente superiori. Quella di Masseria Frattasi è una tipica agricoltura di montagna, che si sviluppa in un intreccio di rilievi che scendono a precipizio sulla pianura, dove i freddi venti settentrionali incontrano le brezze marine, producendo un microclima perfetto per la maturazione delle uve. Il sistema di allevamento utilizzato per questi terreni impervi è quello a “tennecchia”, nato per mano etrusca e poi rimasto invariato nei secoli. Una menzione particolare la meritano anche le etichette dei vini, che hanno una disegno di ceramica sulla parte frontale: sono opera di Giustiniani, il più famoso ceramista del Settecento, che utilizzava il classico giallo, verde e azzurro della tradizione napoletana.

Giustiniani, che aveva una bottega a pochi chilometri dalla masseria, decorò la cappella palaziale del Seicento, e dopo che crollò , in seguito al terremoto , Masseria Frattasi ha recuperato le riggiole, le mattonelle raffigurate sulle etichette, per farle rivivere sulle sue bottiglie.

I vini sono quindi perfetta rappresentazione di un territorio, quello del Sannio unico e incredibile, in grado di regalare vini dalla finezza aromatica impressionante.

Ti potrebbe interessare…

it Italian
X