,

Leone De Castris Vitivinicoltori dal 1665 ‘Villa Sandera’ Rosso Primitivo di Manduria DOC 2020

10,20

4 disponibili

Scatola regalo Design

Sacchetto Regalo (2,00)

Scatola regalo Design

Sacchetto Regalo (2,00)

12,20
Peso1 kg
Denominazione

Primitivo di Manduria DOC

Zona di Produzione e imbottigliamento

Salice Salentino (Lecce)

Vendemmia

Seconda decade di settembre dopo un breve periodo di surmaturazione.

Vitigno

Primitivo di Manduria 100%

Vinificazione

Macerazione e fermentazione a circa 20-22°C per 10-15 giorni.

Affinamento

Minimo 6 mesi in botte Successivo affinamento in bottiglia per minimo 3 mesi

Gradazione Alcolica

14,50%

Temperatura di Servizio

16-18°C

Abbinamenti

A tutto pasto, in particolare con primi cotti al forno e secondi di carne grigliata. Da provare anche con i formaggi stagionati, è da urlo con delle costolette di agnello.

87 / 100Veronelli
91 / 100James Suckling
3 Viti - uno dei migliori vini in assolutoVitae AIS
4 grappoli - vino di grande livello e spiccato pregioBibenda
Gold MedalMundus Vini
Gold MedalMerano Wine Festival
Gold MedalSAKURA” Japan Women’s Wine Awards 2021
92 / 10020 Falstaff Puglia Trophy

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Leone De Castris Vitivinicoltori dal 1665 ‘Villa Sandera’ Rosso Primitivo di Manduria DOC 2020”
Download PDF factsheet

Il “Villa Santera” Primitivo di Leone de Castris è un’etichetta di grande equilibrio espressivo, perfetta per conoscere il volto classico di questo grande rosso pugliese. A metà strada tra i vini semplici e fragranti affinati solo in acciaio e quelli concentrati e potenti, invecchiati a lungo in legno, rappresenta una versione di Primitivo armoniosa e piacevole, molto duttile negli abbinamenti a tavola.

Una bottiglia che fa esplodere il fascino di questa terra, rivelando un grande e forte legame identitario.

Tastings Notes

Con gli occhi...

Violaceo molto scuro e profondo.

Con il naso...

Note dolci che richiamano la frutta matura, in particolare prugna e ciliegie, vaniglia e zenzero; in sottofondo subentrano poi note mediterranee.

Con la bocca...

Caldo e setoso, con un tannino finemente lavorato e molto avvolgente. Chiude con un finale mediamente persistente.

Leone De Castris - Vitivinocoltori dal 1665

La cantina Leone De Castris è tutta l’autorevolezza della Puglia. La piccola comunità rurale di Salice Salentino da oltre tre secoli ospita orgogliosamente questa realtà ormai ampliamente affermata sul mercato nazionale ed internazionale. I suoi natali risalgono al lontano 1665 quando un nobile spagnolo, innamoratosi di questi fertili terreni e del loro morbido profilo ondulato, decide di iniziare in loco una piccola attività di lavorazione e trasformazione del prodotto. Appassionatosi ulteriormente ai frutti di questa terra e dopo aver accumulato un’ingente quantità di denaro dalle vendite dei possedimenti rimasti in Spagna, compie una serie di investimenti rivolti all’acquisto di diverse migliaia di ettari di terre salentine, impiantando nuovi vitigni ed affiancandovi una fervente produzione di olive e grano. I primi passi verso i paesi esteri si hanno verso inizio ‘800, quando il vino greggio viene rivenduto agli Stati Uniti, in Germania e in Francia.

Ti potrebbe interessare…

it Italian
X