, , ,

Cenatiempo Vini d’Ischia Campania Rosato IGT 2020 Per’ ‘e Palummo Aglianico

15,50

5 disponibili

Scatola regalo Design

Sacchetto Regalo (2,00)

Scatola regalo Design

Sacchetto Regalo (2,00)

17,50
Peso1 kg
Denominazione

Rosato Campania IGT

Zona di produzione

Isola d’Ischia e colline beneventane.

Vitigni

Per' 'e Palummo, Aglianico, altri vitigni locali.

Epoca di Vendemmia

Fine Ottobre.

Vinificazione

In acciaio a temperatura controllata con poche ore di contatto con le bucce.

Affinamento

In acciaio per un mese, successivo affinamento in bottiglia per 1 mese.

Gradazione alcolica

13,00 %

Temperatura di servizio

10° – 12°C

Abbinamento

Perfetto per l’aperitivo e duttile a tavola con piatti delicati di terra, pasta al pomodoro fresco e carni bianche. Da provare con zuppe di pesce o una saporita insalata di moscardini e calamari alla griglia.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Cenatiempo Vini d’Ischia Campania Rosato IGT 2020 Per’ ‘e Palummo Aglianico”
Download PDF factsheet

Il Rosato dell’azienda Cenatiempo è un rosato fermo di spessore, grazie ad una opportuna scelta degli uvaggi.  Un taglio dove le varietà autoctone e tradizionali dell’isola di Ischia si mischiano ai vitigni importanti della tradizione campana come l’Aglianico, all’interno di vigneti dove si pratica una viticoltura eroica, in cui il vulcano incontra il mare. Un’etichetta perfetta per gli aperitivi estivi dal profilo giovane e allegro che racconta i vitigni tradizionali dell’isola di Ischia con una veste fortemente gastronomica.

Tastings Notes

Con gli occhi...

Rosato salmone luminoso.

Con il naso...

Note di frutti rossi, fiori freschi e erbe aromatiche nel finale.

Con la bocca...

Molto fresco, mediterraneo, leggero e croccante, di bella bevibilità, chiude con una  tipica sapididità.

Cenatiempo Vini d'Ischia

L’azienda Cenatiempo Vini d’Ischia nasce nella prima metà del secolo scorso con una piccola cantina sul porto di Ischia dove Francesco Cenatiempo imbottigliava vino sfuso. Nell’immediato dopoguerra con il crescente boom economico, anche sull’isola d’Ischia nasce l’esigenza di produrre il proprio vino. Si comincia, quindi, ad acquistare uva da piccoli contadini isolani e trasformarla. Successivamente, la cantina si espande trasferendosi in quella che è l’attuale sede di produzione, sempre nel comune di Ischia.

Alla morte del padre la direzione dell’azienda passa al figlio, Pasquale Cenatiempo, che incrementa e modernizza la produzione mantenendo ben saldi l’eredità dei valori del passato e, al tempo stesso, con uno sguardo al futuro. Per l’affinamento dei vini, infatti, Pasquale si adatta all’originale struttura della cantina costruita negli anni ‘70 mantenendone le  vasche in cemento che alterna con quelle in acciaio.

Da sempre la viticoltura a Ischia è una viticoltura di montagna che va dalla costa, a pochi metri sul mare, fino a oltre 600 metri di altitudine e, ovviamente, le vigne ideali sono quelle ospitate su terrazze strette che ricevono la migliore insolazione possibile.

Ti potrebbe interessare…

it Italian
X