, ,

Agricola Bellaria’ Gold ‘ Fiano di Avellino DOCG 2019

12,90

4 disponibili

Scatola regalo Design

Sacchetto Regalo (2,00)

Scatola regalo Design

Sacchetto Regalo (2,00)

14,90
Peso1 kg
Denominazione

Fiano di Avellino DOCG

Zona di produzione

Candida (AV), Collinare Montefalcione (AV), Pratola Serra (AV)
Altitudine: 580 mt s.l.m.

Età delle viti

30/40 anni

Epoca di Vendemmia

Metà Ottobre.
Raccolta: manuale, in piccole cassette.

Vitigno

Fiano di Avellino 100%

Vinificazione

Diraspatura-pigiatura, pressatura soffice. Decantazione naturale,inoculo di lieviti selezionati, fermentazione controllata a 12- 14 °C,, filtrazione e conservazione in serbatoi di acciaio.

Affinamento

Affinamento e batonnages per 3 mesi in acciaio, imbottigliamento.

Gradazione alcolica

13.50%

Temperatura servizio

10 – 12° C

Abbinamenti

E' un vino che si presta anche ad essere servito come aperitivo, è a tutto pasto, si abbina a primi a base di pasta (ottima con le vongole) e risotti a base di frutti di mare.

96 / 100International Wine Challenge 2018
Bronze MedalDecanter World Wine Awards 2017
Bronze MedalLos Angeles International Wine Competition
87 / 100WineEnthusiast
Silver MedalDecanter Asia Wine Awards
2 / 3 stelleBellavita Awards London

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Agricola Bellaria’ Gold ‘ Fiano di Avellino DOCG 2019”

Il Fiano di Avellino fu introdotto in Italia dai Greci. Si trattava della “Vitis Apicia”, l’originario vitigno del Fiano. Le prime viti di Fiano furono piantate a Lapio, il comune dove ancora oggi si produce questo vino. Il nome “Vitis Apicia” o “Apina” deriva dalla caratteristica di quest’uva dal profumo particolarmente dolce, di attirare sciami di api nelle vigne. Da Apina derivò “Apiana”, a cui seguì “Afiana” e infine Fiano. Prodotto nei vitigni del comune di Candida, Fiano di Avellino di Bellaria è un vino molto strutturato e importante. : è affinato esclusivamente in serbatoi di acciaio ed è prodotto con la cosiddetta lavorazione “Batonnage”, ovvero l’affinamento del vino sulla sua feccia per almeno un anno. Attraverso un bastone si agita il vino in modo che la feccia depositata sul fondo del recipiente, risalga in sospensione. In questo modo si favorisce l’autolisi dei lieviti che cedono al vino le mannoproteine parietali, colloidi protettori che legano i tannini più reattivi.  Il risultato di questa lavorazione è l’aumento della consistenza e piacevolezza al palato del Fiano di Avellino. Ottimo da aperitivo è perfetto per accompagnare piatti a base di pesce, crostacei, scampi, polpo, ma anche formaggi non stagionati e carni bianche.

Tastings Notes

Con gli occhi...

Giallo paglierino intenso di  piacevole densità, arricchito da riflessi verdognoli.

Con il naso...

Le note erbacee caratteristiche del Fiano di Avellino si uniscono a quelle della frutta secca, tra cui mandorle e nocciole, oltre ai profumi di agrumi e mele.

Sapore

Fresco e fragrante, scorrevole e ben calibrato nella spalla acida, di buona persistenza.

Agricola Bellaria vini d'Irpinia

La volontà di portare la genuinità dei prodotti sulle tavole di tutto il mondo guida e ispira il nostro lavoro quotidiano dell’azienda Bellaria. L’esperienza accumulata negli anni ed ereditata dalle generazioni passate ha contribuito a coltivare le terre utilizzando tecniche rispettose della natura, dei suoi ritmi e delle sue esigenze. Espressione delle tradizioni e tipicità di una terra meravigliosa e rigogliosa come l’Irpinia, ricca di terreni fertili e incontaminati immersi nel verde e di moltissimi vitigni autoctoni, l’azienda segue meticolosamente ogni singola fase della filiera produttiva sino all’imbottigliamento dei vini. Per farlo, sceglie la via più difficile e meno scontata, quella del sacrificio, della tenacia e dell’impegno costante, giorno dopo giorno.

Ti potrebbe interessare…

it Italian
X