,

Viberti Giovanni Barolo Moscato D’Asti DOCG 2020

12,99

Esaurito

Peso1 kg
Denominazione

Moscato d’Asti D.O.C.G

Zona di Produzione

Castiglione Tinella, Barolo e Vergne.

Vitigni

100% Moscato

Vinificazione

Dopo una pressatura soffice con utilizzo di una pressa ad aria, la chiarifica del mosto avviene seguendo un principio fisico con il sistema della flottazione. Lo stoccaggio avviene in celle frigorifere e la fermentazione alcolica si attua poche settimane prima dell’imbottigliamento aggiungendo lieviti selezionati e aumentando la temperatura fino a 12°-14°. La fermentazione si sviluppa interamente in autoclave in modo da preservare l’anidride carbonica naturale.

Affinamento

In acciaio, prima dell’imbottigliamento.

Gradazione Alcolica

5.00%

Temperatura di Servizio

8°-10°C

Abbinamenti

Ottimo da aperitivo, si abbina a dessert, Cucina Cinese e Cantonese, Aragosta.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Viberti Giovanni Barolo Moscato D’Asti DOCG 2020”

Nasce dalle alte colline di Castiglione Tinella. Naso intenso di pesca e fiori bianchi. In bocca la bollicina risulta elegante e mai sovrasta il finale di un vino tipicamente dolce. Fermentato e immediatamente imbottigliato per garantire freschezza e bevibilità.

Si presenta un leggero e delicato color giallo paglierino. Il suo profumo è nettamente riconoscibile, impattante con la sua intensità del frutto e del fiore bianco, della salvia e della pesca gialla. Al gusto è energico nel suo sferzo gustativo di intensità e di succo; mantiene un’ottima finezza scandita dalla freschezza e rimarcata dalla bolla delicata. Non c’è un momento ideale per la degustazione di questo nettare: dalla mattina alla sera, ogni occasione è buona per godersene un ottimo sorso.

Tastings Notes

Con gli occhi...

Giallo paglierino brillante.

Con il naso...

Sentori di zagara, biancospino, agrumi, pesca bianca, muschio, cenni vegetali di salvia e di erbe officinali.

Con la bocca...

Morbido e minerale, con frutto dolce e maturo, ben contrastato da una vivace freschezza finale, che dona slancio alla beva.

Viberti Giovanni Barolo

La storia della cantina Viberti Giovanni comincia quando il Cavalier Antonio Viberti acquista la Locanda del Buon Padre. Correva l’anno 1923 quando Antonio cominciò a produrre, nello scantinato del Buon Padre, il vino per gli ospiti della sua Locanda. All’epoca, il Dolcetto, il Barbera e il Nebbiolo erano le 3 uve vinificate in purezza dal Cavaliere

Oggi la cantina Viberti Giovanni continua la sua storia con la terza generazione, che vede Claudio, il figlio più giovane, impegnato direttamente nelle operazioni di vinificazione e di gestione.

Forte del suo passato, oggi può contare su una produzione di 120.000 bottiglie l’anno, su uno staff giovane e motivato e sull’ambizione di raggiungere obbiettivi sempre nuovi. Recentemente, un investimento sostanziale ha riguardato il vitigno Barbera, in particolare per la produzione dell’ultima nata “La Gemella”. Da un’amicizia nata tra i banchi di scuola, è stato negli ultimi anni raggiunto un importante accordo per l’acquisizione di uve nebbiolo provenienti da una storica particella nel cuore del cru Monvigliero di Verduno.
Il Barolo Buon Padre rimane al centro delle attenzioni di famiglia: dal 2012 si sono aggiunti, nel suo assemblaggio, i nebbioli provenienti da un vigneto di Perno di Serralunga d’Alba e dal cru Albarella, nel cuore del comune di Barolo. Il Barolo Buon Padre continua a crescere nel suo stile più classico, grazie al contributo, ad oggi, di otto differenti cru di Barolo, sapientemente coltivati nel rispetto delle loro biodiversità.

Ti potrebbe interessare…

it Italian
X