Duca Di Salaparuta Cantine Florio “Ambar” Moscato Terre Siciliane IGT Vino Liquoroso

9,50

1 disponibili

Scatola regalo Design

Sacchetto Regalo (2,00)

Scatola regalo Design

Sacchetto Regalo (2,00)

11,50
Peso1 kg
Denominazione

Terre Siciliane IGT

Vitigni

Moscato di alessandria, Moscato bianco.

Vinificazione

Pressatura soffice delle uve, dopo un breve contatto con le bucce, e fermentazione a temperatura controllata (17° – 18° C.) per raggiungere il tenore alcolico di 5° – 6°. Aggiunta di distillato di vino sino a circa 15° per bloccare il processo fermentativo e preservare così buona parte degli zuccheri del mosto e i loro aromi.

Affinamento

affinamento in barrique (100% rovere di Allier – foresta di Troncais) per 10 mesi. Ambar Florio matura fino a primavera per favorire '’illimpidimento naturale, successivamente affina per almeno 2 mesi in bottiglia.

Gradazione Alcolica

15,50%

Temperatura di Servizio

8°-10°C

Abbinamento

Ideale in accompagnamento a tutta la pasticceria secca, bene anche con frutta e gelato.

3 GrappoliBibenda

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Duca Di Salaparuta Cantine Florio “Ambar” Moscato Terre Siciliane IGT Vino Liquoroso”
Download PDF factsheet

Da una selezione delle migliori uve Moscato maturate al caldo sole dell’isola nasce Ambàr, un nettare dal colore oro con lievi rilessi d’ambra, dal profumo intenso e dal sapore pieno e morbido con sentori di miele di acacia e piacevole fondo di fichi secchi e uva passa. Ideale con tutta la pasticceria, da servire a 14° – 16 °C. Da provare a temperatura di 8°-10°C., con la frutta e il gelato.

Tastings Notes

Con gli occhi...

Dorato con lievi riflessi d’ambra.

Con il naso...

Intenso e armonico, con netti sentori di salvia, fiori di acacia e albicocca.

Con la bocca...

Sapore pieno e morbido con sentori di miele di acacia e piacevole fondo di fichi secchi e uva passa.

Duca Di Salaparuta Cantine Florio Corvo

Le Cantine Florio sono state costruite nel 1832 da Vincenzo Florio che, con la volontà di diversificare i propri investimenti, acquistò un tratto di terreno lungo la costa marsalese, dove fece edificare un baglio in pietra di tufo, oggi uno dei simboli indiscussi di una delle cantine più importanti della Sicilia occidentale. Dopo aver attraversato le più disparate vicissitudini, anche legate alle vicende belliche dei due conflitti mondiali, l’impresa è stata acquistata nel gennaio del 1998 dalla Illva Saronno Holding spa, che però ne ha mantenuto salda e intatta la filosofia originale, basata sull’unione di innovazione e tradizione. E proprio come da tradizione le uve continuano a essere principalmente acquistate da numerosi conferitori, selezionati tra i migliori della costa trapanese, in cui in particolare la varietà del grillo ha incontrato il suo terroir d’elezione.

Ti potrebbe interessare…

it Italian
X