, ,

Antonio Mazzella Àlema Bianco Ischia Bianco DOC 2019 Forastera 50% e 50% tra Biancolella, Coglionara

9,90

3 disponibili

Scatola regalo Design

Sacchetto Regalo (2,00)

Scatola regalo Design

Sacchetto Regalo (2,00)

11,90
Peso1 kg
Zona di produzione

Comune di Ischia, località pignatiello, altitudine intorno ai 400 mt sul livello del mare

Tecnica di produzione

vinificazione in bianco di uva Forastera 50% e 50% tra Biancolella, Coglionara, fermentazione e successivo affinamento in acciaio fino al mese di Luglio.
Colore: giallo paglierino scarico.

Gradazione alcolica

12,5% vol.

Temperatura di servizio

10°-12° C

Abbinamenti

ideale per aperitivi, ottimo abbinato a piatti a base di pesce.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Antonio Mazzella Àlema Bianco Ischia Bianco DOC 2019 Forastera 50% e 50% tra Biancolella, Coglionara”

L’Ischia bianco Àlema ha una  vinificazione in bianco di uva Forastera 50% e 50% tra Biancolella, Coglionara, decantazione , fermentazione e successivo affinamento in acciaio fino al mese di Luglio.

Tastings Notes

Colore

Giallo paglierino scarico

Odore

Sentori di macchia mediterranea con accenni floreali e di frutta quasi matura

Sapore

Fresco, di giusta sapidità

Antonio Mazzella Ischia DOC

Tre generazioni, un passato colmo di sacrifici ed impegno, questa è la storia delle cantine Antonio Mazzella. Fondate da Nicola nel 1940 e ampliate e perfezionate da Antonio, figlio del fondatore. Le aree di produzione di questa azienda si trovano sul versante Sud dell’Isola di Ischia a circa 150 metri sul livello del mare, le strade e le condizioni dei terreni non sono le più comode per la coltivazione dei vigneti. I terreni di coltivazione sono raggiungibili solo a piedi per mezzo di antichi sentieri, ciò rende ancora più difficile la cura delle viti e contribuisce a rendere unici questi prodotti. Ma con il tempo e il costante impegno della famiglia Mazzella queste aree da aride e abbandonate sono diventate fiorenti e produttive. La raccolta, la pigiatura e la torchiatura dell’uva vengono praticate a mano, dopo le quali il mosto viene posto a maturare in antiche cantine scavate nella morbida roccia tufacea dove rimarrà fino al momento dell’imbottigliamento.

Ti potrebbe interessare…

it Italian
X